1999-01

Casa FG
Edificio d'abitazione in Via Roma, 14

Comune di Cambiago

 lavoro 5 di 8 OPERE PER PRIVATI - RESIDENZA
link correlati:
Europaconcorsi
natura dell'intervento:RISTRUTTURAZIONE
importo lavori:Euro =
tipo di prestazione:Progettazione, Direzione lavori
tipo di progettazione:Architettonica Strutturale
livello di progettazione:Preliminare  Definitiva  Esecutiva
Estratto articolo “Settecento Hi-Tech”_Gioia Casa_luglio 2002

Colmare la distanza che separa l’arte dalla realtà. È l’impresa che assorbe tutta l’opera della scultrice A. G., che realizza centinaia di calchi di elementi d’uso quotidiano, in gesso, terracotta o resina, nel gesto titanico di avvicinare l’oggetto alla sua rappresentazione. La palazzina settecentesca in cui vive e lavora è la cassa di risonanza della sensibilità dell’artista, satura di eco e riverberi della sua sperimentazione. L’edificio, racchiuso nel centro storico di uno dei paesi nella cintura a nord-est di Milano, è stato rimaneggiato diverse volte.
L’intervento più recente, firmato dallo studio Beltrami di Cambiago, gli ha restituito la fisionomia originaria, coniugando l’impianto antico con soluzioni architettoniche moderne. La monumentale struttura a due piani, decorata da finte volte e percorsa sotto i soffitti da cornicioni in gesso, è ridefinita dall’integrazione di materiali e linee tipiche dell’architettura industriale, elementi vibratili e freddi come il ferro e il vetro.
Il giardino è appena ima lingua di terra. Lo circondano recinzioni che anticipano e si raccordano alla grande scala in metallo, che dalla soglia si impenna in una serie di rampe, imponendosi come perno architettonico, snodo di spazi e luce. Proprio nell’ingresso, una parete dell’originale anticamera è stata abbattuta per creare un grande volume aperto, attraversato in diagonale dalla doppia altezza della rampa. Alle estremità del corridoio, lungo il lato d’accesso, sono stati ricavati spazi di servizio. Al piano superiore, si è mantenuta la ripartizione originale, con le stanze affacciate a sud e il corridoio a nord. Questo locale di passaggio riceve luce da una finestra ritagliata a livello del pavimento, nel muro che da sulla camera da letto. Qui. per dare modo alla luce di diffondersi, il letto non si appoggia alla parete, ma è appena discosto, la testata addossata a una spalla in muratura. Sul ballatoio in vetro e metallo della scala si è ricavata una zona relax. A. G. ha progettato alcuni dei mobili destinati alla cucina e al soggiorno, [...]. Ma sono le sue sculture a dare carattere alla casa: candide repliche del quotidiano, soprattutto frutta e verdura: ovvero, “gli oggetti della natura che servono per nutrirci”, dice. L’universale nella semplicità.